Una piccola formalità. Quando i notai diventano personaggi di romanzi gialli

Rivedi la diretta streaming


Credits: Yuma Martellanz

[…] “L’ho sempre detto che sulle successioni ereditarie ci sarebbe da scrivere romanzi. Ma con il notaio non puoi farci il personaggio figo, non si sa perché.” […]

Manfredi Malacarne via WhatsApp con Rachele Braganza

Incontro con Alessia Gazzola, autrice del romanzo “Una piccola formalità” (Longanesi, 2023).

25 gennaio 2024 – Ore 18.00

Presso il Consiglio Notarile di Milano e in diretta Web

Modera: Marta Perego, giornalista.
Discutono con l’autrice i notai Domenico Chiofalo e Maria Grazia Trivigno.

Un’eredità inaspettata, un intrigo familiare e un notaio milanese, affascinante, ben disposto e lontano dai soliti stereotipi. Complessità legali e colpi di scena non mancano sulla scrivania di Manfredi Malacarne, che incontra dopo lungo tempo la compagna di liceo, Rachele Braganza, giovane giornalista che si arrovella intorno a una semplice formalità: accettare o meno un’eredità già rifiutata da suo padre. Ma dietro alle cose semplici, come accade nello studio di un notaio, si celano relazioni complesse, decisioni che cambiano una vita intera, complicità e perfino morti sospette. Quella che appare come una formalità diventa un romanzo, giocato sul filo del diritto e delle responsabilità personali, delle cose mai dette e di quelle scritte, come un testamento che rivela verità nascoste.

Alessia Gazzola – Photo by Yuma Martellanz


Per la partecipazione in presenza: iscrizione obbligatoria!

Iscrizioni chiuse!

Abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti in presenza.


1 commento su “Una piccola formalità. Quando i notai diventano personaggi di romanzi gialli”

  1. Sono veramente dispiaciuto di aver avuto un impedimento e di non essere stato presente, ho rivisto in streaming l’evento. Desidero congratularmi con tutti gli organizzatori e con l’autrice di questo Libero che ho acquistato immediatamente e che regalerò a molte persone che hanno un’idea preconcetta sui notai. Tantissimi anni or sono in una riunione ristretta a Roma fra notai un po’ stravaganti, avevo auspicato proprio una serie televisiva che rendesse nota la vera attività del Notaio . Chiuderò la mia carriera felice di poter vedere in televisione la figura del notaio per quella che è. Complimenti a tutti.

    Rispondi

Lascia un commento