Assonotailombardia.it

Fallimento del consumatore, a Milano il Convegno dell’Associazione Notai della Lombardia

Fallimento del consumatoreCon l’incontro in programma il prossimo 10 dicembre alle ore 15.00 a Milano presso il Centro filologico Milanese, Via Clerici 10 (sala Liberty), si terrà l’ultima tappa del Convegno itinerante promosso dall’Associazione Sindacale dei Notai della Lombardia sul tema “Composizione delle crisi da sovraindebitamento. Via di fuga per consumatori, professionisti e piccoli imprenditori?”.

Del nuovo istituto che introduce anche in Italia la procedura di “concordato e di fallimento del debitore civile” – allineandola al resto d’Europa, dove gli altri stati membri già da molto tempo sono provvisti di strumenti e procedimenti esdebitatori sia per i consumatori sia per le piccole imprese – ne discuteranno, tra gli altri, Filippo Lamanna, presidente sezione fallimentare del Tribunale di Milano, Bartolomeo Quatraro, Presidente del Tribunale di Novara, Alessandro Solidoro, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano, Domenico De Stefano, presidente del Consiglio Notarile di Milano.

La procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento, introdotta dalla Legge n. 3/2012 e recentemente modificata con il D.L. 18 ottobre 2012 n. 179, consente ai cittadini e piccole imprese di fallire ovvero di concludere – con l’ausilio degli organismi di composizione della crisi o di un professionista (scelto fra notai, avvocati e commercialisti) – un “concordato” con i creditori quando abbiano accumulato debiti superiori alle proprie capacità economiche.

Soltanto nel 2010 sono state 300.000 le famiglie italiane che non sono riuscite a pagare i debiti; 160.000 quelle sovraindebitate con passività superiori alle attività; nel 70% dei casi la condizione di sovraindebitamento deriva dalla conclusione di un contratto di credito al consumo o meno frequentemente dalla conclusione di un mutuo (c.d. sovraindebitamento attivo). Fonte dati: Banca d’Italia, 2010.

Questa nuova legge – commenta il notaio Domenico Chiofalo, presidente dell’Associazione sindacale dei notai della Lombardia – assegna un ruolo di grande rilievo ai professionisti e ai notai in particolare, che potranno svolgere, su delega del Giudice, i compiti degli Organismi di Composizione della Crisi, aiutando il debitore a trovare l’accordo coi creditori e svolgendo una serie di funzioni di garanzia e di ausilio al Giudice; si tratta di un classico esempio di attività di “sussidiarietà” dei professionisti nei confronti della P.A. che potrà consentire una sempre maggiore semplificazione e riduzione dell’attività giudiziaria”.

Scarica il Comunicato Stampa in formato .PDF.


Condividi sui social media:

Parole chiave: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dove siamo

Via Locatelli, 5 - Milano (MI)
Via Locatelli, 5 20124 – Milano, MI